venerdì 24 agosto 2012

Un addio inaspettato

Buonasera donnine...
questo post è uno sfogo... vi chiedo scusa fin da subito...ma ho bisogno di raccontare questa cosa a qualcuno...e chi meglio delle mie care followers?
Vi spiego...
Io sono un'amante degli animali. Non c'è niente da fare li amo tutti, dai cani, gatti, canarini, pesci, topolini e anche nutrie, insomma tutti! Ok tutti no, odio ODIO i solo i granchi e gli scorpioni perchè mi ricordano i ragni e io sono allergica. Ovviamente sono iscritta all'associazione Gatto Randagio.
In casa mia sono bazzicati tanti animaletti, dai canarini (mio papà li alleva ed è stato presidente dell'associazione ornitologica mantovana), criceti (sì, ho fatto contrabbando di criceti da Barcellona a Mantova: quando sono andata in gita, ne ho preso uno...inutile dirvi gli insulti dell'autista, della prof. di Italiano, di mia mamma, di mio papà e di Matteo quando, dopo 15 ore di pullman, sono scesa con la gabbietta!), una paperella (poi divenuta un papero gigante con un apertura d'ali di quasi 3 metri), un coniglietto ( tutti avevano il coniglio nano...io avevo il coniglio di campagna da allevamento...vabbè...è un dettaglio), ricci trovatelli ( in estate c'è una famigliola di ricci che viene in vacanza nella siepe di casa mia...), pesci rossi come se piovesse, insomma, non mi sono fatta mancare quasi niente!
Attualmente ho due gatti, Teo, il più anzianotto, che ormai ha 13 anni e Cina, l'avrete vista in un video, che ha 4 anni.
Vorrei ripetere un concetto chiavi di questo sfogo: io amo gli animali.
Ora vi devo raccontare questo episodio che, a distanza di un anno ancora mi fa star male; il solo pensiero mi fa venire il vuoto allo stomaco e infiniti sensi di colpa...
Era una calda e soleggiata domenica di luglio. Come di routine, la domenica vado con la mamma al mercato a Castel d'Ario, un paesino a confine tra la provincia di Mantova e quella di Verona. Ero sulla via principale, dove si affacciano diverse villette e ovviamente c'è un bel via vai di macchine. Mia mamma era andata avanti, mentre io stavo cercando di mettere in un posto tattico le chiavi della macchina, quando alzo lo sguardo dalla borsa e vedo una macchina sfrecciare via a tutta velocità e mi va l'occhio sulla strada (Dio mi aiuti, sto già per piangere) e vedo un fagottino grigio muoversi di scatto. Mi sono subito precipitata, senza nemmeno guardare la strada, sul quel corpicino che si muoveva e respirava a fatica, urlando. Mi sono chinata su di lui: era un micetto di pochi mesi, massimo 2, che si rotolava da un lato all'altro, con il musetto sporco di sangue. ( Mi sta prendendo un angoscia a raccontarlo... probabilmente sarò io ad avere qualche serio problema, ma soffro per questa cosa). Mia mamma ovviamente è corsa dov'ero io. Le ho allungato la borsa e detto di tirarmi fuori il telefono, intanto cercavo di tranquillizzare quella povera creatura spaventata a morte (e sì, mentalmente stavo augurando a quel criminale che lo aveva investito di spiaccicarsi contro ad un platano e di rimanerci secco!). Appena trovato il telefono ho chiamato Gatto Randagio per chiedere aiuto e cosa fare. La ragazza mi disse di cercare di capire se il micio respirava e sopratutto di stare attenta che non andasse in coma. Ho mantenuto la calma e la lucidità per tutto il tempo, non ragionavo, giuro, facevo le cose meccanicamente, cercando solo di aiutare quella piccola creatura. Lo guardavo negli occhietti, sembrava che capisse cosa stava accadendo...poi ad un tratto si sono fatti bianchi. Posai una mano sulla pancina e non sentii più il battito cardiaco. E li fu fatta. Il panico. Continuavo a ripetere "resta con me ti prego"... ma non c'è stato più nulla da fare. Mia mamma mi prese di forza per farmi alzare. Nel farlo mi andò l'occhio sotto ad una macchina parcheggiata a pochi centimetri da li e vidi un altro gatto, più grande, uguale. La madre probabilmente. Mia mamma andò a cercare i proprietari del micio ( persone ignobili, che senza tanta cura presero un foglio di giornale e lo avvolsero li. Che genere di bestia non ha nemmeno rispetto per le altre creature? Solo l'essere umano... Cristo santo, ma in un giornale? Cavolo prendi un pezzo di stoffa!). Ce ne andammo dopo aver visto questa scena. Ormai non potevo fare nulla... Ho solo evitato che le macchine ci passassero sopra straziando ancora di più quel piccolo corpicino. Passavano i minuti e iniziavo a capire cos'era successo. E scoppiai a piangere. (sto piangendo anche adesso a raccontarlo). Mi sento ancora oggi, a distanza di un anno incolpa per non aver fatto nulla.
Detto questo arrivo a quello che volevo dire fin da subito, e scusate se mi sono dilungata, ma mi sembrava doveroso spiegarvi questo fatto per capire fino infondo.
I miei vicini di casa hanno una gatta e diciamo che è arrivata la cicogna qualche mese fa e ha portato 4 micetti! Uno lo hanno già dato via, uno lo tengono loro...e gli altri due stanno cercando qualcuno che li voglia adottare. Tutte le mattine li vedo questi 3 martorelli, come li chiamo io, che vengono nel mio giardino a giocare (io ho molto più verde rispetto a loro)...e mi sono affezionata ad uno di loro! Il più bruttino, se vogliamo essere sinceri, perchè ha le orecchie grosse e il muso lungo, io lo chiamo Orecchia, ma è anche un coccolone...mi sono affezionata ecco! Tutte le mattine mi alzo alle 6 per stare un pochino con lui; giochiamo, sgranocchia qualche croccantino, e poi mi fa tante feste, si scorna, fa le fusa, si mette a pancia all'aria e si fa fare i grattini...insomma io lo adoro! Il problema è che è da ieri pomeriggio che non lo vedo e pare non faranno più uscire i mici perchè è arrivata una loro vicina di casa con cui confinano che non sopporta i gatti (in compenso fa confusione fino alle 2 di notte...) e per di più ha un cane, quindi, per una sicurezza dei gattini, li tengono in casa. E...entro fine mese pare abbiano già trovato a chi dare i due mici. E mi spiace perchè mi ero proprio affezionata ad Orecchia, e lui a me! E non posso credere che quella di ieri è stata l'ultima volta che ci siamo visti! Scusatemi, ripeto, avrò qualche malattia strana...ma io sono così, mi affeziono subito agli animali, e difficilmente alle persone!

7 commenti:

  1. Mi hai fatto scendere più di una lacrima.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sapessi io quante ne ho piante ricordando.... :(

      Elimina
  2. E' più facile amare un animale che una persona perchè il primo non è capace di fare quello che hai visto di fare ad un essere umano! Mi stai facendo venire i lacrimoni, ti ammiro come persona e vorrei che ci fosse più gente come te! Non sentirti in colpa per qualcosa che ha commesso qualcun'altro e per Orecchia pensa che magari abbia trovato una famigliola che lo riempie d'amore ...un bacio Marcella e ti prego non curare mai questa tua "malattia strana" :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Grazie dell'affetto che mi date! Stamattina l'ho sentito miagolare...caro... Se solo già convivessi...l'avrei tenuto io Orecchia!!!!

      Elimina
  3. oh piccola sto piangendo mentre ti scrivo questo commento perchè quello che è successo a te è successo anche a me solo che il gattino investito era il mio e nonostante la corsa alla clinica veterinaria non ce l'ha fatta... nonostante sia passato un anno non riesco a dimenticarlo e mi manca ancora molto.... nel mio ultimo post c'è la foto di suo fratello Leroy...
    cmq ti mando un abbraccio e ti consolo magari ad orecchia capiterà una bravissima famiglia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oddio...dev'essere stato orribile... posso solo immaginare!

      Elimina
  4. Cara Lella, con me sfondi una porta aperta... adoro ogni tipo di animale, cani,gatti,conigli, criceti... nella mia lunga carriera di amante degli animali ho raccolto dalla strada e curato ogni tipo di belvina... ricci, conigli, anatre, merli, addirtuttura un piccione... pensa ho "imposto" a mia nonna la convivenza forzata con una colomba bianca per almeno un mese , il tempo necessario a far guarire l'ala rotta che aveva... quindi ti capisco bene...e da sempre non capisco , in primis la violenza e la crudeltà su gli animali... sogno di beccare uno di qusto maledetti che abbandonano i cani in autostrada , denunciarlo e godermi la scena mentre gli fanno pagare una botta di soldi.. ( il cane abbandonato tanto me lo terrei io! ) ... ma non capisco nemmeno tutta questa intolleranza che ha la gente nei confronti degli animali.. cani sopratutto.... sempba che non possano entrare da nessuna parte.. addirittura vicino a casa mia hanno chiuso un parco , parco che era dedicato ai cani perchè certe mamme protestavano e avevano paura che i cani facessero male ai loro adorati bambini.... ecco.. qeuste cose a me mandano in bestia... se la crideltà delle persone mi fa piangere come te, l'ottusità di altre scatena la belva che c'è in me!

    RispondiElimina

Grazie mille per il tuo commento ♥ ! Sarò felice di risponderti e visitare il tuo blog!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...